Saint Marie aux Mine Mineral's Show

For the English version click here

Dai vari contatti avuti con collezionisti e espositori nelle fiere italiane spesso ci sono giunte ottime impressioni della mostra di Saint Marie aux Mine in Francia, spesso ci e' stato detto che dopo Tucson e' sicuramente una delle mostre di maggiore interesse sia per minerali esposti che per la particolare impostazione della fiera, allestita come un vero e proprio mercato rionale di minerali, pietre e tutto cio' che ha a che fare con il collezionismo all'interno di un antico borgo minerario dell'Alsazia.  E' stato cosi' che nell'arco di pochi giorni abbiamo deciso di partecipare non solo come visitatori, ma anche con un nostro piccolo tavolo.


.......Quello che segue e' un breve resoconto delle nostre impressioni sulla fiera, sui minerali esposti e sulla nostra esperienza.smarie2.JPG (20092 byte)


Inquadramento dell'area

La fiera di Saint Marie e' organizzata nell'omonimo paese nel cuore dell'Alsazia, a poche decine di chilometri sia dal confine svizzero che dal confine tedesco, e infatti i visitatori sono molto variegati in termini di nazionalita'.   La cittadina e' posta al centro di una vecchia zona mineraria, infatti molti sono i richiami alla passata attività estrattiva: le miniere ancora visitabili per fini turistici, il museo minerario, .....   I dintorni sono poi caratterizzati da una serie di altri caratteristici paesi di tipico stile francese ( ....ma i francesi hanno tutti il pollice verde? ) e da rinomate zone di produzione del vino.


Mvc-010s.jpg (12469 byte)Impostazione e Organizzazione della mostra

Come detto la mostra e' organizzata non in un padiglione fieristico ma nelle strade e negli edifici del paese, secondo una mappatura che si avvicina maggiormente alla impostazione di Tucson che non a quello delle altre mostre europee.   Gli espositori sono quindi raccolti parte in alcuni edifici del paese ( il teatro, la scuola, ecc. ), parte in alcune grandi tende, e il resto in una serie di piccole e medie tende lungo le strade del paese.    Nel suo insieme comunque l'impatto scenografico e emozionale e'fiera3.JPG (11933 byte) sicuramente eccellente, e anche la vivibilità della mostra da parte degli espositori e dei visitatori e' molto buona anche perche' supportata da una ottima organizzazione impostata sui servizi offerti da una nutrita schiera di giovani del paese  ( .....devo dire che alcune delle fanciulle impiegate erano anche molto carine....).   Al suo interno sono funzionanti inoltre una serie di punti di ristoro per garantire la ristorazione a visitatori e espositori durante tutti i giorni della fiera.


Punti critici

Mvc-007s.jpg (17002 byte)Personalmente ho trovato la fiera ben impostata e organizzata, e non ho visto delle vere e proprie criticità, forse solo dei punti di miglioramento: collocazione degli espositori: non considerando le piccole tende lungo le vie del paese, la collocazione degli espositori nelle grande tende e negli edifici non e' stata impostata secondo criteri di classificazione in base alla provenienza o alla tipologia della merce venduta ( o meglio forse questafiera5.JPG (15808 byte) classificazione   esisteva inizialmente ma poi si e' persa a seguito delle esigenze di esaudimento delle richieste di partecipazione ); mancanza di determinate tipologie di minerali: girando per la fiera mentre determinate tipologie di minerali erano fortemente rappresentate ( vedi minerali provenienti dal Marocco ) altre invece erano completamente o parzialmente assenti ( minerali alpini, minerali indiani, in parte i minerali sudamericani); scarsa presenza di ricercatori: tra gli espositori mentre i grandi e medi commercianti erano in buona parte presenti, mancavano invece i piccoli ricercatori sia locali che di altre nazioni; scarsa presenza di pubblico in alcune giornate della mostra; necessità di rivedere la sistemazione di alcune are espositive delle fiera in quanto certi punti erano costantemente sovraffollati di pubblico, mentre altre erano perennemente deserte.....


Principali segnalazioni

axinite.JPG (13245 byte)Visitando la fiera non ho individuato particolari novità di tipo mineralogico, se non alcuni campioni veramente notevoli presso i soliti grandi commercianti situati all'interno del teatro.  In termini regionalistici sicuramente era molto folta la presenza di minerali provenienti dal Marocco, anche se solo alcuni di questi presentavano materiale di buon livello; buoni alcuni espositori dedicati alle fluoriti ( fluoriti della Namibia, fluoriti francesi, fluoriti spagnole,...); infine da segnalare anche la folta presenza di minerali della Cina, anche se anche in questo caso pochi erano gli espositori che garantivano un buon livello in termini di qualita'.   In termini generali comunque si puo' dire che il livello dei minerali esposti era buono e offerto a prezzi sostanzialmente ragionevoli.

 


Mvc-002s.jpg (13730 byte)Riassunto della nostra esperienza

Sicuramente la nostra esperienza dal punto di vista di espositori e' in grantav4..JPG (19653 byte) parte da rivedere, sia in termini di materiale esposto che soprattutto di collocazione all'interno della fiera, ma da questo punto di vista non ci aspettavamo molto in quanto era la nostra prima partecipazione, organizzata tra l'altro all'ultimo minuto, e quindi.....    Dal punto di vista di visitatori ci siamo invece molto divertiti sia durante le giornate alla mostra che la sera nei ristoranti della zona.....  Analizzando gli espositori molti erano i pezzi o lenoi.JPG (13581 byte) partite che garantivano un buon rapporto qualita' prezzo, d'altra parte non ci era possibile acquistare  tutto quello che ritenevamo interessante e ci siamo pertanto dovuti limitare ad alcune partite di cui una parte offriamo in alcune pagine del sito, in particolare una serie di Azzurriti dal Marocco in parte su Dolomite e in parte su Malachite; una partita di Prehenite sempre dal Marocco a volte in associazione con quarzo, con buon colore e cristalli perfetti; una partita di Dioptasi del Congo di buona qualita'; alcuni pezzi particolari dalla Cina.

 

    BACK to HOME PAGE