Commento


Come ogni anno la mostra di Tucson segna, a livello internazionale,  l'inizio della nuova annata mineralogica, il punto in cui confluiscono gli ultimi ritrovamenti e gli stock dei grossi dealer, il momento in cui e' possibile misurare l'andamento dei prezzi e l'interesse da parte del pubblico.   Si pu˛ tranquillamente affermare, senza grossi timori di essere smentiti,  che la Mostra di Tucson e' una delle pi¨ vaste del panorama mondiale: sia in termini di quantitÓ di materiale esposto, sia in termini di durata (tra aperture anticipate e aperture ritardate occupa quasi una ventina di giorni!), sia in termini di ampiezza espositiva (tra mostre ufficiali, padiglioni espositivi, spazi privati, ecc. occupa in pratica una intera cittÓ!).   In termini di contenuti offerti presenta invece sicuramente dei limiti essendo solo parzialmente rappresentate alcune aree geografiche (Africa centrale ed Europa in primis) e alcune tipologie colllezionistiche.

L'edizione 2008 della manifestazione, da un punto di vista logistico, si e' caratterizzata dall'accentramento e dal compattamento di alcuni spazi espositivi: da questa edizione l'Inn Suites risulta il centro della manifestazione, il punto in cui si sono accentarti tutti i principali dealer e ricercatori a livello internazionale, come esposizioni collaterali dedicate ai minerali ci sono poi alcuni altri Hotel e tende di minore interesse, ..per finire poi ci sono  tutte le altre manifestazioni collaterali alla mostra di dei minerali (gemme, bigiotteria, artigianato, tappeti, ecc. ecc.) all'interno delle quali e' sempre possibile trovare, non si capisce in base a quale principio, qualche esposizione di minerali da collezione; a tutte queste manifestazioni 'ufficiali' si affiancano poi tutti gli spazi espositivi privati in cui i singoli espositori raccolgono tutto quello che non riescono ad esporre nei propri spazi.   Forse da questo si intuisce perchŔ la visita della mostra di minerali di Tucson comporta tanto tempo, tanto movimento frenetico da un punto all'altro della cittÓ, ...e alla fine si ha sempre la sensazione di avere perso qualche pezzo.

La qualitÓ del materiale offerto nella edizione 2008 non e' apparso di livello eccelso se si escludono alcune esposizioni di campioni provenienti da vecchie collezioni, mentre risulta largamente predominante la presenza di materiale di livello medio-basso.   Il discorso relativo ai prezzi invece ha visto l'accentuazione della divaricazione tra i prezzi dei campioni di livello medio e alto rispetto ai prezzi dei pezzi di livello basso: normalmente un qualsiasi campione che presentava qualche caratteristica di raritÓ o di esteticitÓ presupponeva automaticamente un prezzo seguito da molti zeri!

Nella edizione 2008 non si sono viste eclatanti  novitÓ legate a nuovi ritrovamenti, anche se girando e cercando tra gli stand e' possibile trovare alcune cose nuove che nel seguito andremo ad approfondire.    Per quanto riguarda la partecipazione di pubblico e' sicuramente difficile da valutare, vista l'estensione e la frammentazione della manifestazione, in ogni caso non abbiamo trovato dealer insoddisfatti dall'andamento della mostra, ...e forse questo e' il miglior parametro in base al quale misurare l'andamento del mercato dei minerali.


 
GO TO THE SHOP GO TO THE MIN SECTION